Home | Archivio | Assemblea Generale Soci ADA

Assemblea Generale Soci ADA

Firenze: l’Ada, Associazione Direttori Albergo – Italia sviluppa i suoi lavori con nuove e importanti proposte. Alla cena conclusiva ha partecipato l’assessore al turismo, politiche del lavoro e delle attività produttive della città metropolitana fiorentina, Sara Biagiotti.

Dal 3 al 4 maggio, l’Associazione Direttori  Albergo – Italia ha svolto i suoi lavori all’Hotel Mediterraneo di Firenze. Dopo la prevista riunione del Consiglio delle Regioni, che ha fornito positive indicazioni alla Giunta Esecutiva, ha avuto luogo il seminario a cura del centro Studi Manageriali “Raffaello Gattuso” su Etica e Mercati, relatrice la prof. Lucia Varra dell’Università di Firenze. L’interessante e dotta relazione, oltre a indicare i flussi mondiali del turismo, con riferimento all’Italia, ha evidenziato come sia importante applicare una politica dei prezzi, di supporto alla qualità del prodotto, attraverso la quale stabilire un rapporto etico tra gli operatori e i mercati. In questa direzione, la relatrice ha rilevato come una diversa impostazione, sul lungo termine, possa generare variabili perverse, innescando risultati economici negativi con tutte le conseguenze che ne possano derivare sul piano del mantenimento delle quote di mercato internazionali.
L’assemblea generale dei Soci ha approvato all’unanimità la relazione della Giunta Esecutiva e il rendiconto economico dell’anno sociale 2012. Il presidente nazionale ha posto l’accento sui molti aspetti riguardanti la situazione economica dell’Italia, con particolare riferimento alla disoccupazione, ai continui suicidi, indicando come tali aspetti siano motivo di preoccupazione, pur invitando l’assemblea a guardare con ottimismo al futuro, ma richiedendo un maggior impegno da parte di tutti per un potenziamento dell’immagine associativa, dei suoi processi culturali e professionali, affinché il sistema si rafforzi all’interno nell’interesse generale del Paese.
Tratteggiando l’importante attività del Centro Studi Manageriali, le cui attività tendono sempre di più verso un modello pedagogico di trasferimento di reali competenze e non pezzi di carta inefficaci, il presidente nazionale ha inoltre sottolineato come l’Università Italiana sia in crisi, accennando ai 1.000 corsi di laurea perduti, al calo di 58.000 unità, nel periodo di tempo che va dal 2003 al 2012, citando, a sostegno, la forte preoccupazione espressa dal Consiglio Universitario Nazionale, accennando come – tra l’altro – gli studenti fuori corso siano il 33,60% degli iscritti, mentre il 17,30% siano completamente inattivi, con zero crediti formativi acquisiti nell’anno. I motivi della crisi dell’università presi in esame trovano fondamento e ragionevoli motivi sia per la mancanza di reale sbocco nel mondo del lavoro, sia per le annose problematiche dei formatori di settore e di chi forma i formatori. Tutto ciò a conferma che la scelta di procedere verso un progetto su misura [tailor-made] da parte dell’Associazione per mezzo del proprio Centro Studi sia di grande attualità e di prospettiva.
Su altro piano, su proposta della Giunta Esecutiva, in ottemperanza alla Legge del 14 gennaio 2013, n. 4, al decreto legislativo n. 206 del 6 settembre 2005, l’assemblea generale dei soci ha approvato il codice etico che favorirà il percorso del riconoscimento professionale degli iscritti da parte del Ministero delle Attività produttive, obiettivo che riconduce sempre di più verso un’assunzione di maggiori consapevolezze e responsabilità.

Nella sua lunga e attenta relazione, il presidente nazionale Franco Arabia, ha posto l’accento sul valore del codice etico che sviluppa azioni e consapevolezze allo scopo di rendere più forte il sottosistema sociale italiano, di cui l’Ada [Associazione direttori albergo –Italia] fa parte.
Con l’esaustiva relazione, il presidente nazionale ha evidenziato, inoltre, la stipula del protocollo d’intesa appena siglato con il Ministero dell’Università [Miur], a riconferma del prestigio di cui gode l’associazione, giacché riconoscimento alle decennali attività, sempre rivolte a garantire la solidità del sistema alberghiero italiano sotto ogni profilo.
Alla serata conclusiva, al Grand Hotel Baglioni di Firenze, ospite preziosa è stata l’assessore al Turismo, Politiche del Lavoro e delle Attività Produttive della città metropolitana, la dottoressa Sara Biagiotti, personaggio d’indiscutibile valore, già a capo dei comitati nazionali di Matteo Renzi, sindaco di Firenze, nota sia per il recente trascorso di consigliere provinciale, per la sua attività di commercialista, ma anche per le sue apparizioni su note trasmissioni televisive come Agorà e Ballarò.  Il clima è stato quello tradizionale e grande serenità. L’assessore si è prestata volentieri a consegnare ai premiati della serata [Fidelis Causae] la relativa targa: Nino e Adolfo Tavernier, Gian Paolo Ferraro, Vittorio Centanni, Elio Tafaro.

Check Also

Primo ciclo triennale del primo Master in Economia e Management Alberghiero

Con le ultime sessioni del Centro Studi Manageriali “Raffaello Gattuso”, di Porto Cervo e Bologna, …

Lascia un commento